STORIA
<Torna al menù>    <Precedente>    <Successivo>    <Stampa>
200.80) dal 1920 al 1939


1920: 20 Ottobre, Si tengono a Foiano le elezioni amministrative per il rinnovo del Consiglio Comunale. Vincono i socialisti.

1921: 31 Marzo, la Giunta comunale social-comunista di Foiano affigge un manifesto (clicca QUI) inneggiante ai Soviet, il testo fu segnalato agli organi superiori di partito dai cinque o sei fascisti al tempo esistenti a Foiano.
A seguito di ciò, il responsabile toscano del partito fascista marchese Dino Compagni Perrone, inviò al Sindaco di Foiano (il comunista Nucci) una minacciosa lettera con la richiesta di dimissioni sue e di tutta la Giunta entro la settimana e con la consegna dei luridissimi vessilli rossi.
In caso contrario si prometteva un'inesorabile rappresaglia per i sovversivi e loro famiglie.    
Queste minacce furono messe in atto con una prima visita di squadre fasciste il 12 aprile, ed un'altra la domenica successiva 17 aprile 1921, che ebbe il triste epilogo con l'attentato di Renzino, avvenuto nello stesso giorno.

1921: 12 Aprile, giungono a Foiano tre camion carichi di militanti fascisti armati, devastano la Camera del Lavoro, la sede delle Leghe, la Cooperativa di Consumo e perquisito il Municipio.

1921: 17 Aprile, giungono a Foiano due camion carichi di fascisti alle prime ore del mattino, non erano nemmeno le sette e dato il giorno festivo, fanno irruzione e mettendo a soqquadro il Municipio e molte case di sovversivi socialisti. Successivamente i fascistisi trasferiscono a Marciano e Pozzo, dove in quest’ultima località il Circolo Ricreativo sede abituale di socialisti, viene trasformato in sede del Fascio di Combattimento.
Nel pomeriggio un camion con gli ultimi fascisti rimasti a Foiano, prende la via del ritorno verso Arezzo, ma giunto poco oltre la chiesa di Renzino, viene accolto da una nutrita scarica di fucileria, da parte di alcune decine di persone appostate dietro una siepe. Il camion avendo l’autista colpito a morte finisce nel fosso ed i suoi occupanti sono sbalzati fuori, i quali sono assaliti dalla moltitudine degli attentatori armati di fucili, roncole, forconi ed alti attrezzi agricoli.
Sul terreno oltre all’autista Dante Rossi, rimasero Aldo Roselli e Tolemaide Cinini orrendamente mutilati.
Nei giorni successivi provenienti da tutta la Toscana, Foiano fu invasa da centinaia di fascisti che fecero molte rappresaglie con alcuni morti e case di contadini incendiate. Per ristabilire l’ordine da Arezzo arrivarono n. 85 soldati, che rimasero a Foiano alcuni mesi.



1921: 30 Aprile, non essendoci più una Amministrazione comunale funzionante, viene mandato a Foiano un Commissario Prefettizio.

1921: 15 Maggio, anche a Foiano si tengono le elezioni politiche, ma in un clima di prepotenze nonostante la presenza del Commissario Prefettizio. Il risultato fu il crollo dei voti socialisti e comunisti in ambito comunale, passando da 1337 voti ottenuti nel 1919 i miseri 365 voti. 

1921: 27 novembre
, il Commissario Prefettizio delibera di dare inizio alla costruzione dell’acquedotto di Foiano e appena ultimato questo, costruire quello del Pozzo.

1922: 17 Aprile, viene commemorato il primo anniversario della premeditata strage di Renzino, che da questo giorno la ricorrenza annuale prenderà il nome di fiorita di Renzino.

1922: 10 Luglio, la ditta Savrasistituisce un servizio automobilistico Foiano-Siena, via Lucignano, Bagni di Rapolano, Asciano.

1922: 26 Novembre
, a Foiano si tengono le elezioni amministrative, ma per i per i fatti di Renzino, i partiti di sinistra non presentano nessuna lista, pertanto si registra un successo della lista del Blocco promossa dai fascisti.

1923: 1 Luglio, viene inaugurato l’acquedotto comunale di Foiano costruito dall’ing. Sebastiano Lelli. I festeggiamenti saranno tenuti in Piazza Cialdini di fronte ad una fontana costruita su disegni del prof. Altidoro Dell’Agnello, autore anche del progetto di arredo urbano della piazza, fornita di pubblico giardino.

1923: 11 Novembre
, nel mezzo di piazza Cavour viene inaugurato il Monumento ai Caduti, opera dello scultore Gemignani.



1924: 22 Maggio
, Il Consiglio Comunale di Foiano in sessione straordinaria pubblica, con Delib. n.54 conferisce all’unanimità la Cittadinanza onoraria foianese a S. E. l’Onorevole Benito Mussolini.

1925: 4 Ottobre, viene organizzato dal Moto Club Valdichiana di Foiano il 1° Giro Motociclistico della Val Di Chiana sul circuito Foiano-Viaggiolo-Pozzo-Foiano.

1926: 18 Marzo, il Consiglio Comunale in seduta pubblica delibera all’unanimità di offrire a S. E. l’On. Benito Mussolini, una Medaglia d’oro ed un pergamena sulla quale era scritta la seguente dedica: A Benito Mussolini / condottiero della nuovissima Italia / sulle orme della Romana grandezza / il Comune di Foiano della Chiana / auspice il Fascio di Combattimento / che dal sangue di tre martiri trasse / vita e poesia di sacrificio / questo tenue ricordo / segno d’amore e di fede / omaggio di popolo.
Il testo fu opera del prof. Martino Vannuccini e la medaglia con la pergamena furono opera del prof. Altidoro Dell’Agnello. 

1926: 25 Luglio
, viene ripristinato il Campo d’Aviazione di Pratoni-Oppiello, quale base ad uno stormo di aerei da caccia Ansaldo IV, per le manovre militari in Val Tiberina.

1926: 8 Novembre, in questo giorno hanno inizio le lezioni presso il nuovo Istituto Sacro Cuore di Foiano, comprensivo di un Asilo Infantile e di una Scuola femminile di lavoro, fondato da Don Pilade Bigazzi, costruito con i contributi della cittadina foianese.

1927: 10 Marzo, in luogo del Sindaco eletto sino a questo giorno con elezione popolare, viene insediato il primo Podestà a fronte del R.D. 3 Marzo 1927 n. 231 nella persona di S.E. il Gen. Napoleone Grilli.

1928: 2 Gennaio, il Dr. Enrico Petrina è nominato Chirurgo Primario, Direttore dell’Ospedale di S. Francesco di Foiano, Chirurgo di tutti ipoveri del Comune e Medico dei poveri di metà del paese.

1929: Febbraio, la locale Società del Carnevale viene sostituita dall’O.N.D. per l’organizzazione dei festeggiamenti carnevaleschi.



1930: 22 Febbraio
, il Podestà di Foiano delibera la sistemazione del piazzale Garibaldi per adattarlo ad uso di Campo Sportivo del Littorio.

1930: 26 Agosto,dopo molti anni e molti contrattempi, viene inaugurata nell’intero percorso la Ferrovia Arezzo-Sinalunga. La Stazione di Foiano dista circa 2,5 km. dal paese. Nel progetto originario la stazione doveva distare circa 1 km. ed era posta fra il paese e la chiesa della Querce.

1931: 26 Luglio, viene decisa la riapertura del Loggiato di piazza Cialdini, mediante la demolizione dei muri che otturano gli archi del medesimo e l’apertura di una Colonia Estiva Elioterapica per fanciulli poveri e gracili predisposti alla tubercolosi, in località Selva.

1932: 17 Aprile, in occasione del 2° anniversario dell’attentato di Renzino è in visita a Foiano il S.E. il Ministro Bottai.

1932: 24 Ottobre
, muore a Foiano il farmacista Furio Del Furio, appassionato fotografo, appellato successivamente fotoamatore evoluto, il quale ha lasciato un notevole archivio fotografico che spazia dai primi anni del ‘900 fino alla sua morte.

1933: 18 Settembre, viene posta la prima pietra della nuova Scuola Elementare, finanziata con un mutuo della Cassa Depositi e Prestiti di £. 618.500.

1934: 5 Dicembre, viene inaugurata la nuova Scuola Elementare dopo solamente quindici mesi di lavoro da parte di 50 operai. 

1934: in questo anno viene portata a termine la nuova apertura d’ingresso al paese: la scalinata tra piazzetta S. Cecilia e via del Gioco del Pallone.

1935: 18 Dicembre, anche a Foiano come nel resto d’Italia la Giornata delle Fede, in cui milioni d’italiani donano allo Stato le loro fedi nuziali per far fronte alle sanzioni economiche applicate dalla Società delle Nazioni all’Italia perché ritenuto Stato aggressore, che verranno revocate il 15 Luglio 1936.

1936: a seguito della Guerra d’Etiopia non viene festeggiato l’annuale carnevale, ma vengono costruiti 4 nuovi Cantieri per adibirli alla costruzione dei futuri carri allegorici, nell’area dell’ex Gioco del Pallone (gioco del Bracciale).

1937: Gennaio-Febbraio, dopo la sosta dell’anno precedente sono effettuati dei grandiosi festeggiamenti carnevaleschi, con dei grandiosi carri allegorici costruiti nei nuovi cantieri.



1938: 5 Marzo
, viene aperto a Foiano il biennio della Scuola Tecnica Industriale a proseguimento della esistente triennio della Scuola di Avviamento Professionale.

1938: in questo anno sono ultimati i lavori dei Giardini Pubblici con una spesa complessiva di    £. 34.000.

1939: 1 Luglio, con Decreto della Corte d’Appello di Firenze, viene riaperta la Pretura distaccata di Arezzo con sede a Foiano (Lucignano e Marciano) il 1° Martedì di ogni mese.

1939: 26 Settembre, Il Podestà di Foiano delibera d’istituire a completamento del locale Istituto Tecnico Inferiore Pareggiato (futura Scuola Media) anche la terza classe in aggiunta alle prime due esistenti, affidando la gestione all’ENIM. Alcuni mesi prima  era stato deciso dal Podestà di titolare questa Scuola al nome dell’eroico combattente sottotenente dei bersaglieri Guido Marcelli, primo foianese caduto nella prima guerra mondiale, nel fatto d’arme accaduto nel Monte 6 Busi il 26 Luglio 1915.


Elenco telefonico
Foiano della Chiana
ricerca da:
- cognome/nome o
nome azienda

- numero telefonico

 
http://oroscopo123.it
Oroscopo
Quanto sei fortunato?
MATTUTINO
MATTUTINO
MATTUTINO
MATTUTINO
MATTUTINO
MATTUTINO
<Aggiungi ai tuoi preferiti>  <Imposta come pagina iniziale>  <Consiglia questo sito>
Associazione FOIANO IN PIAZZA - Foiano della Chiana (Arezzo) - CF: 92062420515 PI: 02026610515 (229)