PERSONAGGI DI FOIANO
<Torna al menù>    <Precedente>    <Successivo>    <Stampa>
Seriacopi Marino

Marino Seriacopi, Maestro Pittore di Foiano della Chiana

Il Maestro Pittore Marino Seriacopi, detto il “Pugile”, è nato il 6 marzo 1939 a Foiano della Chiana nella frazione di Pozzo della Chiana. 
Fin da bambino ha vissuto la natura come espressione di una vita semplice e spensierata, immerso nel panorama di un’immensa campagna vissuta da animali da cortile e da fattoria liberi e padroni dell’ambiente, grandi e superbi come Dei, visti come dominatori d’uomini, impressi nelle tele con rispetto e devozione. Marino asservito da un profondo amore dipinge gli animali, come il tacchino, la sua ossessione, non indifesi ma difendibili come un suddito al grido di “Dio salvi gli animali”,.
L’amore per gli animali gli fu dapprima impresso dal papà contadino e allevatore di animali di piccole e grandi taglie, conigli, oche, galline, galli, tacchini, pecore e vitellini chianini. Animali liberi in un cortile senza confini propagato nella campagna circostante, fonte delle prime esplorazioni del bimbo, e poi ragazzino, Marino. Ogni animaletto destava il suo interesse. Imparò a riconoscere gli uccellini della campagna guardando il cielo e arrampicandosi sugli alberi, nacque così la sua prima passione che lo portò ad allevare un’infinita varietà di volatili raccolti non per vile commercio, ma per accudirli con il suo amore.
Un’altra sua passione fu la fisarmonica, che suonava con eccellenza, tanto che in gioventù veniva chiamato alle feste contadine, alle cerimonie matrimoniali e ai compleanni nelle case del vicinato. Possiamo immaginarlo come un fauno, un essere mitologico dio della campagna, circondato da animaletti incantati dalla sua musica.
Poi cambiò. Un suo grande amico (Mario Dagata) lo trascinò verso un’arte “brutta”, così lui la chiama, il pugilato. Negli anni ‘56-57 iniziò la carriera sportiva, lo definivano un pugile intelligente con uno stile eccellente, nei campionati regionali guadagna sempre un posto nelle finali, presenziò come riserva alle Olimpiadi di Roma del 1960 accanto al suo collega e amico Bruno Arcari, campione del mondo. Lo stesso anno si sposò con una ragazza di Foiano, nacque il suo primo figlio e trovò lavoro come carpentiere alla costruzione dell’autostrada del sole, ma continuò a coltivare sempre la passione del pugilato per oltre dieci anni.
Frequentava anche i cantieri del Carnevale di Foiano, imparando l’arte del fare, della creatività.
Si trasferì a Milano in cerca di fortuna e si ritrovò a fare il cameriere. Il ristoratore era il suocero di Moris Ergas (ex marito di Sandra Milo) un famoso produttore cinematografico, frequentò e lavorò nella sua splendida casa ricca di quadri importanti e di valore, opere che cominciarono ad interessarlo mentre ne spolverava le cornici.
Nel 1964 l’interesse divenne passione e iniziò a realizzare le sue prime opere, in quel periodo lavorava come cameriere e autista nella casa del padre di Silvio Berlusconi, alcuni suoi quadri sono ancora nella casa di famiglia. I quadri d’autore di casa Berlusconi arricchirono la sua arte e lo portarono a un irreversibile amore per la pittura.
Tornò in Toscana per lavorare come cameriere e autista presso la fattoria “La Tana” del conte marchese Giaquilli Console di Danimarca. Un luogo ricco di quadri d’epoca che rafforzarono in lui la sua arte. Nel tempo libero dipingeva e i signori della casa apprezzavano le sue opere, lo spronavano a continuare, lo incoraggiarono a dedicarsi ai panorami della campagna e acquistarono molte sue opere.
Nel 1975, con qualche soldo in tasca, tornò a Foiano e iniziò la carriera di pittore.
Tornò a frequentare i cantieri Bombolo e Rustici del Carnevale di Foiano prestando il proprio contributo per molti anni.
Realizzò molte opere e iniziò a partecipare ai concorsi.
Concorse e vinse il 1°  premio di pittura naif nel 78 (79) al premio internazionale “Piero della Francesca” premiato presso la galleria Cavalier Simi.
1° premio al “Caminetto d’oro” a Tirrenia (LI) con un quadro temporaneo fatto davanti a una giuria di pittori di scuola.
Nel 1980 (81) a Roma “Pace nel mondo” 1° premio internazionale premiato al cinema Farnese
con il quadro “Giudizio universale” (oggi in casa di Renato Banini) premio Master pittore.
Nel 81 (82) ad Arezzo, conquista di nuovo il 1° premio internazionale “Piero della Francesca” premiato alla galleria Piero della Francesca.
1° premio nazionale “Premio porta Santo Spirito” (Arezzo).
Nel ’84 a Ferrara, 1° premio internazionale, Master pittore premiato da Sgarbi.
Seguirono poi tanti altri concorsi a livello nazionale.
Tante sono le opere prodotte, consegnate a personalità aretine, del territorio nazionale, qualche volta anche fuori d’Italia.
Nel ’92 lo sconforto per la morte della moglie rallenta l’entusiasmo.
Nel ’94 conosce la sua attuale compagna, la pittrice polacca Anna Pienkowska (premiata a Lucignano nel 96, ha partecipato in 2 concorsi a Foggia, a Cabras, conquistando molti ricoscimenti), lavorano in arte assieme e arricchiscono l’uno con l’altra.   
Oggi, pensionato, continua a presenziare in piccole mostre paesane del territorio della Val di Chiana, da Arezzo fino a Chianciano. Si dedica sempre alla pittura naif dipingendo su quadri di tela e compensato sempre raffigurando la campagna e gli animali.
Coltiva sempre la sua passione e possiamo trovarlo mentre realizza le sue opere nel suo studio in Corso Vittorio Emanuele 99 a Foiano della Chiana.

Alcune sue opere
Pace nel mondo - 1° premio Roma
Risveglio in Val di Chiana - 1° premio Arezzo ‘78
Risveglio in Val di Chiana n. 2  - 1° premio Arezzo ‘82
Il giudizio universale – 1° premio
Apocalisse – 1° premio
L’evasione dalla terra – 1° premio
Le quattro stagioni – 1° premio
Tappeto volante  – 1° premio

Le sue opere sono pubblicate sul sito: clicca QUI


Elenco telefonico
Foiano della Chiana
ricerca da:
- cognome/nome o
nome azienda

- numero telefonico

 
http://oroscopo123.it
Oroscopo
Quanto sei fortunato?
MATTUTINO
MATTUTINO
MATTUTINO
MATTUTINO
MATTUTINO
MATTUTINO
<Aggiungi ai tuoi preferiti>  <Imposta come pagina iniziale>  <Consiglia questo sito>
Associazione FOIANO IN PIAZZA - Foiano della Chiana (Arezzo) - CF: 92062420515 PI: 02026610515 (185)